Autore: Ignazio Pinna

Quando gli angeli dormono
storditi dalle note, tristi,
di un gemente,
lontano pianoforte,
di buio si coprono le strade
e di nebbia diventano i percorsi
a confondere, umide, le idee…

Quando gli angeli dormono,
t’aggrappi a quelle note
che saltellano tra i sogni,
risvegliando anche i ricordi
che si perdono nel buio…

Quando gli angeli dormono
e par che pianga anche il violino,
vorresti bussole, le luci,
ed attendi che quel faro
volga presto al tuo orizzonte…

Quando gli angeli dormono,
è perché…
ché tocca a te
a dover spingerti oltre il buio,
caricarti d’emozioni…

Quando gli angeli dormono,
v’è da ridestarsi,
facendolo da se…
oppure dormi, triste, insieme a loro.

Ignazio Pinna – Agosto 2017

visualizzazioni totali 59 total views, Viste oggi 2 views today

I commenti sono chiusi.

Si prega di non violare il copyright!

visualizzazioni totali 60 total views, Viste oggi 3 views today

Condividi:

Mi piace: