Pace di Santoro
Io pazzo che la pace vo’ cercando
mi ostino e busso forte ad ogni porta
sgraziato rintrona con impeto il battaglio
sordo rumor s’espande per le case
s’avverte per le aie e per le corti.

Ma chi s’affaccia mi guarda spaurito:
“Ma cosa fai perché ti ostini tanto?
Siam gente di borgata, gente buona,
viviamo in pace e non vogliamo guerra.
Tu cosa cerchi e vuoi non si capisce!”

Rispondo che il portone, pur massiccio,
non basta per fermar tutti i conflitti,
la pace è un bene che non va da solo,
ha bisogno sia sempre concimato,
da tutti va nel mondo coltivata.

Intorno a noi si sentono i rumori,
si avvertono i bagliori della guerra
che alimenta l’odio in molti cuori
la nostra casa ha porte e muraglioni
ma son ripari spesso insufficienti.

Fin quando l’odio alligna nelle menti
ed i potenti si fan guerra e oltraggio
bambini e adulti ne pagano le spese
ed anche per chi vive in casa e tace
serve nel mondo alimentar la pace.

Salvatore Armando Santoro
(Donnas 02.01.2016 – 18,23)

Nella foto: L’attrezzatura di Jhon Mpaliza per portare il suo messaggio di pace attraverso l’Europa durante la sua ultima “Marcia della pace da Reggio Emilia ad Helsinki”

visualizzazioni totali 14 total views, Viste oggi 2 views today

I commenti sono chiusi.

Si prega di non violare il copyright!

visualizzazioni totali 15 total views, Viste oggi 3 views today

Condividi:

Mi piace: