pace

autore: Graziano Gismondi

Trincee scavate nella carne,
freddo pungente nelle ossa,
senza sigaretta che possa
il profondo orrore mitigarne.
La terra, la pioggia, il vento,
il tiro crudele degli schioppi
confusi in mezzo ai pioppi,
dai feriti s’alza il lamento.
Un filo spinato strappa
la baldanza dei coscritti,
la paura degli afflitti
si rifugia nella grappa.
Cala il buio della morte
che accompagna i sogni:
ci sarà pace nei bisogni
dell’umana futura sorte.

visualizzazioni totali 64 total views, Viste oggi 2 views today

I commenti sono chiusi.

Si prega di non violare il copyright!

visualizzazioni totali 65 total views, Viste oggi 3 views today

Condividi:

Mi piace: