MammaAutore: – Renato Margareci

Solo io venni al mondo tra amore e dolore,
piangendo, per il distacco dal grembo materno,
per avere lasciato di mia madre il suo calore,
privo del conforto dell’ amore paterno.

Smisi di piangere e tornai ad essere sereno,
quando alla fine, lavato, pulito e vestito,
mia madre mi prese e mi strinse al suo seno.
Tra le sue braccia mi sentii, ancora, a lei unito.

In quei due anni, su me, riversò il suo amore
e sentendo arrivare la sua fine incalzante,
si fece ritrarre con me stretto al cuore.
Smunto il suo viso e ormai febbricitante

Una sera di febbraio mi diede il suo addio,
cedendo all’implacabile morbo, che la minava.
Aveva solo ventotto anni e diciotto mesi io.
Solo un bellissimo vago ricordo mi restava.

Lei che sorrideva, curva sul mio lettino
con i capelli sciolti e una vestaglia a fiori
Questo è l’unico ricordo di un bambino
rimasto solo, ormai, senza i suoi genitori.

visualizzazioni totali 206 total views, Viste oggi 2 views today

I commenti sono chiusi.

Si prega di non violare il copyright!

visualizzazioni totali 207 total views, Viste oggi 3 views today

Condividi:

Mi piace: