0211_defunti_2579

 

Autore: Rosy Marinelli

Piccola
aspettavo la notte dei defunti,
la mia sorellina mi veniva a salutare,
lei che quando io nacqui,
mi cullava,
ma che volò
prima che io la potessi dare un bacio.
La mamma
lasciava
la tavola apparecchiata,
perché lei
quando arrivava potesse mangiare,
la calza appesa al camino,
la luce accesa.
La notte non dormivo tranquilla,
volevo incontrarla
per una volta sola,
ma poi
crollavo in un sonno profondo
dove sognavo il suo abbraccio.
La mattina all’alba mi svegliavo,
con gli occhietti ancora socchiusi
correvo in cucina,
controllavo la tavola se era venuta,
pane e acqua erano finiti.
Guardavo la calza appesa
ed era piena di biscotti,
frutta, cioccolata, giocattolini
ed un bigliettino
che io non sapevo ancora leggere.
Correvo nel lettone
gridando è venuta,
guardate cosa mi ha portato,
mamma leggi che c’è scritto,
dimmelo!
La mamma leggeva piangendo:
ti vuole bene
e dice che devi fare la brava
e devi darmi un bacio da parte sua
a mamma e a papà.
Ero felice credevo a tutto,
la morte non mi faceva paura,
la vita continua in cielo per sempre! Rosy Marinelli

visualizzazioni totali 65 total views, Viste oggi 2 views today

I commenti sono chiusi.

Si prega di non violare il copyright!

visualizzazioni totali 66 total views, Viste oggi 3 views today

Condividi:

Mi piace: