paura

Autore: Graziano Gismondi

Esordisce da lontano
insinuandosi pian piano
o esplode all’improvviso
senza dartene preavviso.
Avvinghia in un momento
le gambe e il movimento,
impedendo la favella
e il pensiero, che cancella.
Smorza l’eloquio, l’ideativo,
ghiaccia il battito, il respiro;
ti consegna immantinente
ad un mondo incosciente.
Riportandoti all’oscuro,
immoto istinto morituro,
ti imprime nella mente
la paresi del presente.
Vulnerabile, reietto,
miserabile, abietto:
tale è la condizione
che la paura impone.

visualizzazioni totali 107 total views, Viste oggi 2 views today

I commenti sono chiusi.

Si prega di non violare il copyright!

visualizzazioni totali 108 total views, Viste oggi 3 views today

Condividi:

Mi piace: