tedio

autore: Graziano Gismondi

Il fastidio che indosso
oramai ben lo conosco:
si affaccia lentamente
dall’interno della mente.
Come vento che risale
dal versante del crinale
soffia come una folata
sulla psiche accigliata.
Arruffandomi le idee,
sollevando le maree
dello spirito, deprime
le mie fattezze intime.
Solamente una gioviale
presenza può inficiare
questa noia esistenziale:
il volto suo che appare.

visualizzazioni totali 72 total views, Viste oggi 2 views today

I commenti sono chiusi.

Si prega di non violare il copyright!

visualizzazioni totali 73 total views, Viste oggi 3 views today

Condividi:

Mi piace: