Mondi

 

 

 

 

 

 

 

Tra nuvole di mille forme
nascondermi
e
come naufrago
– in un sonno senza riposo –
Aggrapparmi!
a sciami di galassie alla Deriva …
Come naufrago
tra Progenie di
luci
colori
tonfi
tra metamorfosi stupori
un sussurro d’eco
Forte
mi andava ripetendo:
“ e strada facendo predicate
che il Regno dei Cieli è vicino”…
In quell’ordine astratto e matematico
insieme ai miei chiaroscuri Ossimori
Varcai
i “buchi neri”delle mie Paure
Chiaro
vidi gli estremi opposti attrarsi:
“Io e l’Infinito”
E d’Infinito confonderci!

By Francesco Bergamasco

visualizzazioni totali 2 total views, Viste oggi 2 views today

I commenti sono chiusi.

Si prega di non violare il copyright!

visualizzazioni totali 3 total views, Viste oggi 3 views today

Condividi:

Mi piace: