bambino

Guardo la luna

splendere incandescente

sulla città degli scheletri .

Tutto sembra diverso

in tacito accordo con la natura

che nasconde segreti, fantasmi e paure.

S’ affacciano in un cielo limpido

strane stelle incorniciate da facce meste .

Son bambini

frammenti d’anime

di bianche farfalle

dai volti spenti

dal tremore sulla pelle

ed in bocca silenzi.

Quanta malinconia

nei loro occhi

che mutano le ombre

e quanto terrore nelle loro mani.

Stringono fucili

come fossero trastulli

vittime di guerre inutili.

Or nel cielo,

volano aquiloni senza fili

spinti dal vento

come leggere piume ,

mentre guardo il candor

della luna di Kabul….

Chissà se guardate

la stessa luna che guardo io.

 

Giulia Gabbia

visualizzazioni totali 161 total views, Viste oggi 2 views today

I commenti sono chiusi.

Si prega di non violare il copyright!

visualizzazioni totali 162 total views, Viste oggi 3 views today

Condividi:

Mi piace: