radura

autore: Graziano Gismondi

La radura squarcia come un taglio
la foresta che delimita il suo orlo,
il chiarore del prato suo stravolge
l’intenso verderame che l’avvolge.
Si erge sola una baita di montagna
nella coltre di brina che ristagna,
la pietra effonde attorno calore
del camino che emana ligneo odore.
Passa luce dai vetri degli ambienti
a tagliare con raggi incidenti
il grigiore del freddo vespertino
nell’aria raggelata dell’alpino.
Come palpito di vita nell’immoto
i rumori si smorzano nel vuoto
dall’intimo tepore dell’interno
alla terra ghiacciata dall’inverno.
Stretti attorno al focolare gli abitanti
tra la cerchia delle mura circostanti
perpetuano il valore della vita
stretta dal gelo della natura intirizzita.

I commenti sono chiusi.

Si prega di non violare il copyright!

Condividi:

Mi piace: